fbpx

Come capire una bolletta: energia elettrica / 3

DISPACCIAMENTO

L’energia elettrica non è immagazzinabile a potenze troppo elevate. In realtà non è più vero; sono da qualche anno allo studio e in fase di realizzazione da parte di Terna alcuni sistemi che permettono di accumulare energia elettrica in determinate situazioni, senza dimenticare che grazie alle centrali di pompaggio è possibile accumulare di notte dell’acqua in un bacino superiore per poi utilizzarla di giorno quando serve per produrre energia elettrica. Una vera e propria “batteria ecologica” 🙂

Generalmente però la maggior parte dell’energia deve essere consumata nello stesso momento in cui viene prodotta e questo “equilibrio” della rete viene garantito dal personale di Terna che ogni ora del giorno e della notte tiene monitorata tutta la rete nazionale impartendo dei veri e propri ordini alle varie centrali qualora la richiesta di energia subisca delle variazioni rispetto a quanto viene dichiarato dai vari fornitori giornalmente.

E’ proprio così: ogni fornitore in Italia deve quotidianamente dichiarare a Terna quali sono le previsioni di consumo giornaliere al fine di permettere a Terna stessa di attivare tutte le centrali di generazione adatte a garantire il consumo previsto. Ovviamente il reale consumo  non potrà mai essere esattamente in linea con quanto dichiarato e per questo il personale di Terna effettua delle correzioni chiamando a generare in più alcune centrali in caso di maggiore domanda, oppure “rallentando” il ritmo in caso di domanda minore.

Tutto questo lavoro molto importante viene remunerato mediante una specifica voce di costo in fattura che prende il nome di  “DISPACCIAMENTO“.

L’aggiornamento di questo costo, composto da più voci, non è di facile lettura e controllo; considerate a “spanna” che potete trovare in fattura dei valori che vanno da un minimo di 1,2 c€/Kwh ad un massimo di 1,5 c€/KWh sommando tutte le voci omogenee. Se siete abbondantemente fuori da questi range meglio chiamare il vostro consulente365 di fiducia  per dare un’occhiata più approfondita 🙂

Alla prossima puntata. Non scappate perché si parlerà di USO DELLE RETI.

Energia365, con te ogni giorno.

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Condividi su Facebook
Condividi su twitter
Condividi su Twitter
Condividi su linkedin
Condividi su Linkdin
Condividi su pinterest
Condividi su Pinterest

Articoli correlati

bonus facciate

BONUS FACCIATE

Bonus Facciate | Sconto fiscale per abbellire gli edifici delle nostre città Dopo aver parlato del Superbonus 110% per lavori di ristrutturazione degli edifici e

Read More »
superbonus 110%

SUPERBONUS 110%

Superbonus 110% | Ristrutturazione delle abitazioni Avrete sicuramente sentito parlare del tanto atteso Superbonus 110% per lavori di ristrutturazione delle abitazioni e interventi di miglioramento

Read More »